Chi siamo

Il teatro Ciro Pinsuti affonda le sue radici nel Seicento, quando il locale aveva già funzione di “luogo di commedia”. È un piccolo gioiello incastonato del centro storico del capoluogo ed è un perfetto esempio di “teatro all’italiana”. Fu l’Accademia degli Smantellati ad acquistarlo nel 1772, avviando i restauri che portano all’inaugurazione del 1807. Ulteriori lavori interessarono lo stabile alla fine del XIX secolo, quando fu anche intestato al compositore sinalunghese Ciro Pinsuti (1828-1888), allievo di Rossini e molto attivo a Londra. Dichiarato inagibile nel 1984, fu poi acquisito dall’amministrazione Comunale, e quindi restaurato e riaperto nel 2002, divenendo un punto di riferimento della vita culturale di Sinalunga e del territorio. Da Maggio 2019 il Teatro è affidato in gestione alla cooperativa Fonderia Cultart di Prato.

Fonderia Cultart è una società cooperativa che si occupa di organizzazione e promozione di eventi, concerti, spettacoli e progetti culturali. Costituita a Prato nel 2010, in pochi anni acquisisce e consolida una rete di relazioni con artisti, agenzie e management. E’ così che sviluppa progetti culturali propri e su commissione insieme a istituzioni, aziende e associazioni avvalendosi di collaborazioni trasversali e specifiche a seconda dei diversi obiettivi di progetto. Segue ogni fase del lavoro tutelando la qualità dei processi organizzativi e operativi, con particolare attenzione nell’approccio verso il pubblico e nelle relazioni con il territorio di riferimento.

Afterhours, Litfiba, Vinicio Capossela, Negrita, AIR, Elio e le storie tese, Gianna Nannini, Caparezza, Interpol, Baustelle, Michael Nyman, Niccolò Fabi, Nicola Piovani sono solo alcuni degli artisti coinvolti da Fonderia Cultart.

Nel 2014 riapre al pubblico l’Ex Chiesa di San Giovanni, uno degli immobili più antichi di Prato, situato nel cuore del centro storico facendone un luogo aperto a molteplici iniziative, dai concerti alle mostre di arte, dagli eventi aziendali agli spettacoli.

gherardo-vitali-rosati

Gherardo Vitali Rosati

Direttore Artistico

Leggi la bio

Attivo principalmente come critico di teatro e drammaturgo. Lavora dal 2014 alla rubrica teatrale del Tg3, Chi è di scena, condotta da Rosanna Cancellieri, dove cura e conduce la sottorubrica TeatroMondo. È il critico teatrale del Corriere Fiorentino (dorso toscano del Corriere della sera) e scrive regolarmente per Hystrio. Ha pubblicato su riviste internazionali come il trimestrale di Yale University (Theatre), La Règle du Jeu (diretta da Bernard Henri-Levy), il mensile canadese Liberté. È membro della giuria del Premio Ubu, del Premio Hystrio e dell’International Ellen Stewart Award. Nel 2011 ha conseguito un Dottorato di Ricerca in Storia dello spettacolo a Firenze, dopo un Master in Studi Teatrali a Parigi-3, Sorbonne Nouvelle. Collabora come docente di Storia del Teatro, Critica e Drammaturgia con strutture come: Università degli Studi di Siena, Università degli Studi di Firenze e la scuola di alta formazione per attori Civica Scuola Paolo Grassi di Milano. È autore di due testi presentati al Festival dei 2 Mondi di Spoleto (Fumo Blu, 2015, La Cura, 2017), di Medici Dynasty Show (oltre 300 repliche), di Une Algéerie: 1830-1954 e di tutti i testi del progetto Prometeo Scatenato, diretto da Annalisa Bianco con gli allievi dell’università di Siena e allestiti al Teatro dei Rozzi. Ha firmato la regia di spettacoli come È ora ch’io diventi un uomo e Glory Hole, di Ilaria Mavilla e La Tancia, di cui ha curato anche l’adattamento, prodotto in collaborazione con l’Accademia della Crusca. Ha collaborato come consulente artistico con La MaMa Umbria International.

francesco-fantauzzi

Francesco Fantauzzi

Direttore Organizzativo

Leggi la bio

È il Presidente e direttore organizzativo di Fonderia Cultart per cui cura, in particolare, il management e gli assetti strategici. Tra gli incarichi in ambito teatrale ha diretto dal 2012 al 2015 il Teatro Magnolfi di Prato per conto del Comune di Prato, è stato l’organizzatore della compagnia teatrale EmmeA’ Teatro di Castiglion Fiorentino fino al 2016, ha collaborato con numerosi festival tra cui Ortigia Festival di Siracusa prodotto da Change Performing Arts. Attualmente è docente di Organizzazione di eventi presso il dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Firenze, è vicepresidente del Cda della Civico 69 srl che ha in programma di riaprire la storica Sala Garibaldi di Prato, è membro del consiglio dei Giovani Imprenditori di Confcommercio Pt-Po.

Ha conseguito la laurea magistrale in Produzione di Spettacolo e Musica presso la Facoltà di lettere dell’Università di Firenze con una tesi sull’Ente Teatrale Italiano, dopo aver conseguito la laurea in Progettazione e gestione dell’arte e dello spettacolo, con uno studio sul Centro di Ricerca per il Teatro. Scrive per la rivista drammaturgia.it e ha pubblicato il saggio Il prototipo in deposito in Il Re Bello, diario di una messinscena, a cura di Siro Ferrone. Nel cinema ha lavorato per Rai, Titania e Due PT Cinematografica.

simone-marzocchetti

Simone Marzocchetti

Responsabile tecnico

Collaboratori

Immagine e web

Ufficio stampa e social

Servizi di biglietteria

Servizi di biglietteria