Stagione di prosa

Stagione di prosa

Inizio spettacoli ore 21

Sabato 11 Dicembre 2021
Gli Omini
COPPA DEL SANTO
L’agonismo al tempo del distanziamento sociale
Disegni di Luca Zacchini.
Scritture di Giulia Zacchini.
Con Luca Zacchini e Francesco Rotelli.

Dopo quasi dieci anni di Asta del Santo, un mercante in fiera sulle vite dei santi con un rapporto quasi carnale con il pubblico e un’alta dose di scambio batterico, nasce la Coppa del Santo. Gli Omini, per adattarsi alle nuove regole, arrivano con un campionato in cui a sfidarsi saranno Martiri e Vergini, Santi di Strada e Santi d’Aria, Crocifissi e Madonne. E chissà, magari sarà il momento opportuno per chiedere la grazia di completare l’intera stagione!

Sabato 18 Dicembre 2021
Teatro Metropopolare
IT’S JUST A GAME
regia Livia Gionfrida
con Robert Da Ponte
Progetto Teatro in Carcere 2021 – Regione Toscana

Oggi, nel bel mezzo di una pandemia, la questione è soprattutto economica e ognuno di noi vive la propria lotta per la sopravvivenza. Un performer in pigiama prova a fare il punto sulla situazione, mescolando teorie economiche e legge di Murphy, con l’aiuto di Shakespeare, Bob Dylan e dell’ex presidente Trump. Una riflessione tragicomica sul mondo globale.

Martedì 28 Dicembre 2021
Teatro Studio Krypton
FILIPPO BRUNELLESCHI – NELLA DIVINA PROPORZIONE
di Giancarlo Di Giovine
con Roberto Visconti
Musiche di Gianni Maroccolo
Scenografia digitale e costumi Massimo Bevilacqua
Riduzione del testo e regia Giancarlo Cauteruccio

“Sono un artista, appartengo solo all’arte ed alla bellezza. Ecco i miei figli: facciate, colonne, portici, archi, chiari e scuri. È la scienza che si fonde con l’arte, che ci porta al centro dello spazio e del tempo.” La scenografia digitale guiderà lo spettatore in un viaggio visionario nelle meraviglie brunelleschiane, unendo il teatro alle nuove tecnologie.

Venerdì 7 Gennaio 2022
Valentina Lodovini in
TUTTA CASA LETTO E CHIESA
di Dario Fo e Franca Rame
Regia di Sandro Mabellini

Uno spettacolo sulla condizione femminile, in particolare sulle servitù sessuali della donna. Si ride, ma addosso rimane una grande amarezza. Il protagonista assoluto di questo spettacolo sulla donna è l’uomo. Meglio, il suo sesso! Le donne sono anni che si battono per la parità dei diritti con l’uomo… E quando mai! Donne rassegnatevi!

Martedì 18 gennaio 2022
Lucia Mascino in
SMARRIMENTO
uno spettacolo scritto e diretto da Lucia Calamaro
Produzione Marche Teatro

“Smarrimento” è un elogio degli inizi e del cominciare. Di quel momento in cui qualcosa o qualcuno ci incrocia, creando presenza dove prima c’era assenza. Lo spettacolo segna l’incontro artistico di due talenti premiati: Lucia Calamaro, drammaturga e regista italiana contemporanea e Lucia Mascino, attrice poliedrica e sui generis, la cui carriera spazia dal teatro alla televisione, al cinema.

Giovedì 3 Febbraio 2022
Ottavia Piccolo in
COSA NOSTRA SPIEGATA AI BAMBINI
di Stefano Massini
musiche di Enrico Fink eseguite dal vivo da
I Solisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo
regia Sandra Mangini

Se riuscissimo a spiegare Cosa Nostra come ai bambini, sarebbe tutto diverso. Eppure, a volte, le parole più semplici sono quelle più difficili da trovare, quelle che solo il teatro riesce a dire. La storia di una donna, di una città, di un anno. Ottavia Piccolo e i Solisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo tornano in scena dando vita a un teatro necessario, in cui il racconto dell’etica passa attraverso le parole e le azioni di coloro che spesso non hanno voce.

12 febbraio 2022
Lyric dance company
FRIDA
Coreografia Alberto Canestro
Costumi Alberto Canestro, Barbara Loli
Musica Enrico Fabio Cortese
Scenografia Andrea Sole

Il ritratto danzato evoca la complessità dell’anima di Frida, il mondo di una donna libera, autentica e originale. Un susseguirsi di quadri danzati ci trasporta nel suo mondo dai colori accesi, ne ricrea le suggestioni, la sua forza visionaria, ma anche la sua fragilità. La cultura messicana, evidenziata anche nei costumi, contribuisce a raccontare quelli che sono stati gli elementi di ispirazione per la pittrice.

Giovedì 24 febbraio 2022
IL FUNAMBOLO DELLA LUCE
Nikola Tesla, ovvero l’uomo che illuminò il mondo
uno spettacolo di Ciro Masella
con Ciro Masella, Olmo De Martino
danza Isabella Giustina
video LindoraFilm

Nikola Tesla, uno degli inventori più importanti della storia, è il responsabile dell’impostazione generale del nostro sistema elettrico con l’invenzione della corrente alternata. L’uomo che ha trasformato la notte in giorno, ritenuto anche pericoloso, morto in miseria. Tesla era anche filosofo, umanista, e di sé diceva: “non sono uno scienziato. La scienza è forse la maniera più conveniente per trovare la risposta alla domanda che mi perseguita da sempre, e trasforma i miei giorni e le mie notti in fuoco”.

Sabato 12 marzo 2022
Alessandro Riccio e Gaia Nanni in
LA MECCANICA DELL’AMORE
uno spettacolo di Alessandro Riccio

Umorismo, colpi di scena, trasformismo, questo è il marchio di fabbrica di Alessandro Riccio, affiancato da Gaia Nanni. Uno spettacolo dove due mondi diversi si incontrano e si scontrano: la testardaggine dell’anzianità e la mancanza di elasticità di un robot. Tecnologia e solitudine. Un piccolo mondo nel quale si cela il dramma dell’abbandono e del tempo che passa, e nel quale si alternano delicatezza e comicità.

Sabato 19 Marzo 2022
Factory TAC
BARTALI – PRIMA TAPPA
Da un’idea di Paola Bigatto e Lisa Capaccioli
con Francesco Dendi
testo e regia Lisa Capaccioli

Attraverso la figura di uno dei ciclisti italiani più importanti, ci si immerge nella storia d’Italia. Da una parte Bartali, grande corridore con un immenso senso di umanità, dall’altra la DELASEM, una rete, che attraverso l’operato clandestino di volontari, partigiani, civili, ha aiutato ebrei italiani in uno dei momenti più difficili per l’umanità.

Mercoledì 30 Marzo 2022
Chiara Francini in
L’AMORE SEGRETO DI OFELIA
di Steven Berkoff
e con Andrea Argentieri
regia Luigi De Angelis
drammaturgia Chiara Lagni

Attraverso la forma di uno scambio epistolare fra Amleto ed Ofelia, il testo di Berkoff esplora i meandri della relazione fra i due personaggi e il suo svolgersi fra le vicende ambientate ad Elsinor, quando il re, padre di Amleto, viene ucciso. Berkoff riesce a catturare il ritmo dei dialoghi di Shakespeare, dando vita a uno spettacolo che unisce forme e stili esteticamente diversi, grazie ad un linguaggio carnale temperato con tenerezza e ironia.

Sabato 2 aprile 2022
KanterStrasse
UBU RE UBU CHI?
Da Alfred Jarry “Ubu Re”
Di Simone Martini
Con Daniele Bonaiuti, Alessio Martinoli e Simone Martini

Ubu Re è uno dei quattro testi che compongono la quadrilogia di Alfred Jarry, scrittore, poeta e drammaturgo francese inventore della Patafisica. La pièce segue le avventure di Padre Ubu, officiale di fiducia di Venceslao Re di Polonia, e di Madre Ubu, sua moglie. Ubu Re parla di potere, di ricchezza, e dell’ingordigia che porta a consumare e a consumarsi. I due protagonisti, maschere dell’infinita commedia del potere e della sua gestione.